Eventi 25 febbraio 2019

Yamaha Finance Australian Round - Round 01

Sabato

P 12 in gara 1 per Eugene Laverty...ma il potenziale è più alto!
E' iniziato molto bene il sabato sul circuito di Phillip Island per il Team Go Eleven. Nel corso delle Free Practices 3 un Laverty in grande spolvero ha tolto un secondo dal tempo fatto registrare ieri pomeriggio, chiudendo in top 5. Un grande balzo in avanti dovuto anche al grande lavoro dei nostri ragazzi prolungatosi fino a notte tarda; hanno agito sul bilanciamento della moto, migliorando il trasferimento di peso. Il costante lavoro dei tecnici Bitubo ha dato il suo frutto creando una forcella che permettesse al pilota di sentire la moto nelle sue mani! 

In Superpole, ha debuttato il nuovo formato: non più due sessioni divise, ma una unica lunga 25 minuti! Iniziata alle ore 12.15, la temperatura dell'asfalto è notevolmente salita, causando inaspettati problemi di perdita di grip sul posteriore. Tre gomme sfruttate, di cui una da qualifica, ma il tempo sul giro non è migliorato rispetto alla mattinata. Eugene si è, così, schierato in quarta fila.

Gara 1 del WorldSBK ha segnato la storia: Alvaro Bautista, in sella la neonata Panigale V4-R, ha vinto la gara, fermando il dominio di 11 vittorie Rea-Kawasaki. Complimenti a tutto il reparto corse Ducati!
La gara del Team Go Eleven è stata compromessa da un problema in griglia di partenza: il generatore di corrente normalmente utilizzato per tenere le gomme in temperatura si è spento, lasciando raffreddare le Pirelli. Per rispettare il regolamento e non incorrere in penalità è stata mantenuta la pressione sopra l' 1.6 (limite minimo imposto dal promoter). Col passare dei giri, la temperatura della gomma posteriore si è alzata, così come la pressione, andando ben oltre i 2 bar, livelli decisamente alti che hanno causato una perdita totale di grip.
Eugene Laverty è, comunque, scattato subito bene, risalendo qualche posizione ed attaccandosi a Marco Melandri. Dopo i primi due giri le prestazioni, però, sono peggiorate e per il nostro portacolori è stata una gara in difesa, riuscendo comunque a terminare vicino alla Ducati ufficiale di Chaz Davies! 

Eugene Laverty (Race 1 - P 12):
"Oggi abbiamo motivo di essere ottimisti dopo la performance del primo turno! Abbiamo fatto registrare il 5° tempo e mi sentivo in grado di mantenere un ritmo gara molto consistente. Sfortunatamente in gara, c'è stato un grosso problema sulle pressioni delle gomme a causa del mancato funzionamento del generatore di corrente; così non avevo grip al posteriore. Il nostro potenziale era molto più alto oggi, ma domani avremo un'altra opportunità. Questo è il bello del Campionato Mondiale Superbike!"

Nella giornata di domenica il Team Go Eleven avrà modo di rifarsi, sperimentando per la prima volta la Superpole Race, gara sprint di 10 giri che assegnerà punti ai primi 10 piloti in classifica e stabilirà la griglia di partenza per gara 2!     


Domenica

Il Team Go Eleven ha lavorato duramente per migliorare il feeling di Eugene Laverty per le due gare di domenica, novità del Campionato Mondiale Superbike 2019! 
Nel Warm-up che ha aperto la mattina dell'ultima giornata qui a Phillip Island, il nostro portacolori è sceso in pista con gomme usate, per verificare il passo gara in vista di una calda seconda manche, con alcune modifiche di set-up per risolvere alcuni problemi riscontrati in Gara 1. 
Un vero martello sul 1.31 e mezzo, un ottimo ritmo in vista delle due gare!

Ore 12.00, scatta per la prima volta la Superpole Race, gara brutale da 10 giri; tutti i piloti partono con il coltello tra i denti, Eugene va subito all'attacco, nonostante la continua bagarre, tiene un ritmo che gli permette di restare attaccato alle prime posizioni. Dopo diversi sorpassi ed un contatto alla velocissima curva 2, Laverty conclude nono, davanti alla Ducati Aruba del gallese Chaz Davies. Porta, così, a casa un punto e si qualifica nono per la griglia di gara 2, recuperando una fila!

Che gara 2 spettacolare... che battaglia! Una vera manche in stile Superbike, con sportellate e botta e risposta continui. Laverty è scattato veramente bene, portando la V4-R in P 6 nei primi giri; purtroppo, però, a causa della mancanza di feeling con lo pneumatico anteriore ed agli attacchi continui dei piloti dietro, dai quali ha dovuto difendersi, il nostro pilota ha perso contatto con il gruppo dei primi 5. Il Nordirlandese di Toomebridge ha così atteso nel gruppo, tirando fuori gli artigli e rimontando posizioni su posizioni nelle ultime 5 tornate, chiudendo bene la porta nell'ultimo giro e terminando nono, ancora una volta a stretto contatto con Chaz Davies e davanti alle Honda ed alla coppia BMW. Eugene  ha dimostrato tutto il suo carattere e la sua classe, non ha mollato un centimetro, risparmiando le gomme e gestendo le varie fasi di gara al meglio, uscendo sulla lunga distanza da campione qual'è. Davvero una domenica senza respiro, non si è visto un giro senza sorpassi per la Ducati V4-R by Go Eleven!

Denis Sacchetti (Team Manager):
"Questa è stata la nostra prima volta con Ducati, c'era molta emozione all' interno del box, tra i ragazzi! Possiamo ritenerci soddisfatti di come sia andato il fine settimana.
Il lavoro è molto diverso rispetto alla scorsa stagione, sicuramente più stimolante, la casa costruttrice ci sta aiutando a crescere, il progresso fatto turno dopo turno parla da solo.
Eugene è molto preciso sulle indicazioni, ieri mattina con il 30.4 ha fatto vedere quanto può andare forte, ma ancora non abbiamo il ritmo per poterlo mantenere per tutta la gara. Oggi,  sul finale di Gara 2 ha fatto davvero la differenza, ha aspettato gli ultimi 5 giri per attaccare e quando l'ha fatto non ha sbagliato un colpo, conquistando un bellissimo nono posto. Certo non possiamo essere soddisfatti a pieno perché il potenziale della moto e del pilota sono altissimi, ma è una buona e solida base di partenza. Ci serve un pò di tempo ma presto arriveremo li davanti, me lo sento...ce lo sentiamo tutti."

Eugene Laverty (Superpole race and race 2 - P 9):
"Sono molto contento del progresso che abbiamo fatto questo weekend. Terminare in P 9 sia in Superpole Race che in gara 2 oggi pomeriggio significa aver fatto un bel salto in avanti. Grazie a tutti i miei tecnici del Team Go Eleven Ducati per il loro duro lavoro durante tutta la settimana. Abbiamo portato a casa con tre solidi risultati. Sono fiducioso che questo sia solo l'inizio e che potremo tirare fuori sempre migliori prestazioni dalla mia stupenda Ducati V4-R"

Come ogni anno l'Australia segna il punto di partenza della stagione, ogni anno, tra incontri di vecchi amici, nuovi volti, e cambi di squadra si crea un'atmosfera unica ed inimitabile che rimane impressa fino all'anno successivo. E come ogni domenica sera è ora di smontare tutto, prendere tutte le buone sensazioni e volare dritti alla prossima tappa. Chang International Circuit, il mondiale Superbike sta arrivando (15-17 Marzo)!

#cncracingofficial

LIVE EXPERIENCES ON INSTRAGRAM